NEWS


Visita guidata con l’artista Paolo Masi

A Le Murate. Progetti Arte Contemporanea fino a novembre attività per adulti o per famiglie con bambini alla mostra Paolo Masi. Qui

Dall’incontro tra Le Murate. Progetti Arte Contemporanea e Paolo Masi è nato un progetto site specific, una mostra che l’artista fiorentino ha voluto dedicare a questo luogo unico, spazio della memoria, della prigionia, della reclusione volontaria ma anche di quella coatta. È nata così “Qui. Paolo Masi”, importante mostra monografica composta da dodici opere appositamente concepite e realizzate per gli spazi delle Murate, inaugurata lo scorso 13 settembre.

Conversando con Paolo Masi – grande artista del Novecento e del contemporaneo italiano – emerge con forza un tratto connotante la sua vita artistica e personale, ovvero la libertà. Libertà di pensiero, libertà di sguardo, libertà di mano, libertà di materia, libertà di spazio: una chiave di lettura dell’intero percorso dell’artista Masi, dalle prime installazioni agli ultimi lavori. Può essere quasi un ossimoro sottolineare questo tema in un luogo come il complesso delle Murate, convento di clausura rinascimentale e carcere fra Otto e Novecento; e forse proprio per questo Le Murate hanno sollecitato in Paolo Masi una riflessione profonda, una rivisitazione dei suoi alfabeti e dei suoi linguaggi, dando vita alla mostra Paolo Masi. Qui. L’esposizione fotografa infatti gli esiti di un fervido dialogo fra l’artista e il luogo, spazio complesso e controverso al quale le opere di Paolo Masi – inedite – rispondono in forma nuova e sorprendente, offrendosi come “casse di risonanza” di una relazione forte tra complesso e artista. Le visite guidate alla mostra – a cura di MUS.E, previste tutti i sabati pomeriggio fino al 3 novembre – consentiranno così al grande pubblico di avvicinarsi a un racconto che intreccia storia e contemporaneità, libertà e prigionia, intimità e monumentalismo, dalle opere-installazioni delle celle – potenti manifestazioni di una reclusione che sembra di sentire sulla propria pelle – sino alla voragine specchiante del semiottagono.

E per il pomeriggio di sabato 6 ottobre le visite avranno un conduttore d’eccezione, poiché sarà lo stesso artista a porsi come eccezionale mediatore e interprete del suo lavoro, offrendosi al dialogo con i visitatori: un’occasione unica per guardare la mostra con gli stessi occhi di chi l’ha concepita e sviluppata.

Se le visite sono rivolte ai giovani e agli adulti, per le famiglie con bambini è proposto un laboratorio centrato sulle opere in mostra e più in generale sull’installazione come linguaggio artistico del contemporaneo: tutti i sabati pomeriggio alle h16.30 i più piccoli e i loro accompagnatori avranno così la possibilità di misurarsi con premesse e caratteri dell’opera contemporanea, che pervade lo spazio e coinvolge lo spettatore rompendo i tradizionali confini tra opera e spettatore: dopo un percorso in mostra i partecipanti saranno chiamati a essere artisti e fruitori a un tempo, sperimentando così nuovi e possibili innesti fra idea, materia, spazio e pubblico.

L’esposizione, organizzata da Mus.e e prodotta da Le Murate. Progetti Arte Contemporanea in collaborazione con Frittelli Arte Contemporanea rientra nel Progetto RIVA 2018 curato e diretto da Valentina Gensini. Il progetto Riva è realizzato in co-progettazione e con il contributo del progetto Sensi Contemporanei nell’ambito dell’accordo di programma quadro tra Regione Toscana, Mibac Direzione Generale Cinema e Agenzia per la Coesione Territoriale.

  • Visite alla mostra con l’artista Paolo Masi: sabato 6 ottobre h15 e h16.30
  • Visite guidate alla mostra – per giovani e adulti: sabato 13, sabato 20, sabato 27 ottobre e sabato 3 novembre h15
  • Laboratori artistici sulla mostra per famiglie con bambini 8/12 anni: sabato 13, sabato 20, sabato 27 ottobre e sabato 3 novembre h16.30

Tutte le proposte sono gratuite e hanno una durata di 1h15′

La prenotazione è obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni:
Tel . 055-2768224
Mail info@muse.comune.fi.it