NEWS


A tu per tu con Stefano Bardini

Il principe degli antiquari accompagna i visitatori alla scoperta del museo.

Un’attività di living history e una speciale visita guidata, il 25 e 26 giugno un fine settimana dedicato al personaggio scomparso 100 anni fa.

Proseguono le iniziative speciali organizzate dal Comune di Firenze e da MUS.E in occasione del centenario della morte del principe degli antiquari, Stefano Bardini, anche grazie al supporto di Aquila Energie. Il fine settimana del 25 e del 26 giugno vede in programma alcuni appuntamenti particolari. Nel pomeriggio di sabato 21, alle 14, è infatti prevista una visita dedicata alla passione di Bardini per l’antico. Si prosegue poi domenica 26 giugno, quando i visitatori avranno addirittura la possibilità di incontrare Stefano Bardini, grazie a un’attenta operazione di living history sviluppata in collaborazione con Francesco Gori, sarà questa l’occasione per ascoltare, dalla viva voce dell’antiquario, ragioni, vicende e curiosità inerenti il suo straordinario patrimonio artistico.

Proseguono le Passeggiate Bardini, fruibili ogni sabato, organizzate da Comune di Firenze, Galleria e Museo Mozzi Bardini – Direzione regionale musei della Toscana e Fondazione CR Firenze e con la collaborazione di MUS.E, che consentono di conoscere le meraviglie dei luoghi posseduti e abitati dall’antiquario: il Giardino Bardini, Palazzo Mozzi Bardini e il Museo Bardini.

Al via anche un ciclo di conferenze sul Mondo Bardini che si svolgeranno tra giugno e settembre a Villa Bardini.

 

 

Le meraviglie del Museo Bardini: Passione per l’antico

Il Museo Stefano Bardini, straordinario luogo di esposizione delle opere dell’antiquario destinato a rapire collezionisti e amatori di tutto il mondo, esercita tuttora un grande fascino sul pubblico: sale seducenti, nelle quali i pezzi diventano protagonisti e raccontano al meglio la propria storia, seppure di reimpiego o di reinvenzione. Fra questi numerose antichità, che la visita consentirà di individuare e apprezzare: colonne e capitelli, urne, sarcofagi, frammenti classici e trapezofori, fino alla monumentale vasca in porfido di età romana e due elmi di opliti greci databili al quarto secolo avanti Cristo. Un dialogo con l’antico tra rispetto e re-invenzione tipico della passione antiquaria di fine ottocento.

  • Quando: Sabato 25 giugno alle ore 14.00
  • Per chi: per giovani e adulti
  • Dove: Museo Stefano Bardini, via dei Renai 37
  • Durata: 1h15′

 

Incontro con la storia: a tu per tu con il Principe degli antiquari

Portando indietro le lancette dell’orologio, i visitatori saranno invitati a ritornare ai primi anni del Regno d’Italia, nella Firenze incantata in cui nasceva il mito del Rinascimento, ad opera della più straordinaria generazione di antiquari che questa città abbia mai conosciuto e di cui Stefano Bardini era l’arbitro indiscusso. Grande intenditore d’arte e capace affarista, Bardini era rispettato e temuto allo stesso tempo; i partecipanti avranno il privilegio di essere fra i pochi eletti a cui egli apriva le porte del suo esclusivo negozio, riservato ai clienti più facoltosi – oggi museo civico – e di potersi intrattenere con l’antiquario in persona!

  • Quando: Domenica 26 giugno ore 14.00 e 15.30
  • Per chi: per giovani e adulti
  • Dove: Museo Stefano Bardini, via dei Renai 37
  • Durata: 1h15′

>Costi: €2,50 (residenti Città Metropolitana di Firenze) e €5,00 (non residenti Città Metropolitana di Firenze) oltre al biglietto di ingresso del museo. Gratuito per possessori Card del Fiorentino (nel limite delle tre attività annue), minori di 18 anni, membri ICOM, ICOMOS, ICCROM, guide turistiche e interpreti, disabili e accompagnatori. Riduzione 2×1 soci Unicoop Firenze.

Si consiglia la prenotazione.
Per informazioni e prenotazioni: info@musefirenze.it e tel. 055-2768224

 

 


Grazie al supporto di
logo aquila